La_Gomera_Franco.jpg

Svolgo attività di ricerca presso l’AgenziaScuola - Nucleo Regionale Veneto (ex IRRSAE/IRRE del Veneto): in particolare mi occupo di documentazione didattica e di ICT (Information and Communication Technology) applicate ai processi di apprendimento.
Nella mia attività istituzionale, tra i vari incarichi, ho fatto parte della Task Force dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, Direzione Generale per la gestione di ForTIC 1 ed ho partecipato al Progetto “Pr.I.Mul.E” (Processi Innovativi Multimediali Educativi) dell’INDIRE, collaborando alla realizzazione della documentazione multimediale “Edu-K, a scuola con il cavallo”.
Nell’ambito del Progetto GOLD, archivio nazionale di buone pratiche della scuola italiana, di cui sono referente per il Veneto, ho curato anche la realizzazione della documentazione multimediale dell'esperienza didattica "Storia, Matematica, Storia della Matematica" (Laboratorio didattico secondo il metodo del Gruppo Collaborativo) realizzata dell'istituto Comprensivo "Carlo Goldoni" di Martellago (VE).

Ho collaborato con l’INDIRE anche per PuntoEdu: ForTIC 1; D.M. 61/03 – Avvio della Riforma; Processi di Innovazione – Dlgs 59/04; ForTIC 2), producendo studi di caso e partecipando all’attività redazionale. Ora partecipo alle redazioni Tecnologie e Italiano di FOR, ambiente per la formazione continua dei dirigenti scolastici, degli insegnanti e del personale ATA.

Sono membro del Comitato Scientifico della web community Scuole In Rete e del Comitato Scientifico del Gruppo di Progetto Relazioni Culturali della Comunità di Lavoro Alpe-Adria (presieduto dalla Regione del Veneto), che sviluppa il sito Cultur Alpe-Adria Network: il mio specifico interesse è la costruzione di un sistema formativo integrato e territorialmente distribuito nelle regioni europee della Comunità, che metta in rete, attraverso le TIC, tutte le risorse educative e di formazione presenti nel territorio (scuole, biblioteche, musei, aziende, ecc.), per consentire la costruzione di percorsi personalizzati di apprendimento in una dimensione di lifelong learning e di partecipazione attiva alla Nuova Europa dell' "allargamento"; in particolare mi occupo dello sviluppo degli ambienti di e-learning e di cooperazione on-line e del coordinamento di vari progetti, tra i quali “Sentieri Didattici del Veneto” e il “Progetto Educazione alla Nuova Europa - Portfolio dello Studente Europeo”.

Nell'ambito di Alpe-Adria partecipo alla progettazione e gestione di un meeting internazionale di poesia, "fluSSidiverSi - Poesia e poeti di Alpe-Adria": un'esperienza diversa, ma coerente con gli obiettivi di promozione delle culture (e delle lingue) locali che la Comunità persegue. L'attenzione al territorio nei vari progetti si sviluppa, infatti, sempre a partire dal senso di appartenenza dei suoi abitanti e dall'esplorazione delle specifiche identità per poter superare i confini e proporsi per il confronto, la condivisione e la cooperazione. Il territorio non è dunque solo un oggetto di studio, ma anche e soprattutto la personale dimensione di vita che si esplicita nell'abitare. La poesia, indagando nel profondo, può dunque far emergere questa adesione, proponendo una gestione dello spazio e del tempo più lenta ed ampia. In particolare, per gli studenti e per i bambini (anche molto piccoli: il meeting prevede laboratori anche per l'età prescolare) si tratta di un'opportunità importante per recuperare la lentezza e la profondità della parola nell'esperire il silenzio e le sonarità anche nel paesaggio marino e lagunare: l'azione poetica si svolge in forma immersiva nel borgo dei pescatori e sulla spiaggia.
Le tecnologie provvedono alla documentazione ed alla gestione degli scambi e delle relazioni, tra poeti, traduttori, editori, studiosi, ma anche tra studenti ed abitanti.

Dal 2003 sono tra i curatori di Learning Village - EXPO SCUOLA, Padovafiere, spazio fieristico che propone un “villaggio globale dell’apprendimento continuo” in cui docenti, studenti, famiglie e organizzazioni presenti sul territorio (Scuole, Università, Regione, Province, Comuni, Musei, Biblioteche, Associazioni Culturali), grazie ad un elevato tasso di innovazione tecnologica, sono riunite in una partnership attiva, per arricchire i percorsi di studio, migliorare la qualità dei servizi di formazione, creare nuove esperienze di apprendimento, preparare gli studenti alla comprensione delle realtà contemporanee, partendo dalla comunità territoriale di appartenenza dove devono assumere un ruolo attivo di protagonisti (Vivoscuola, anno III, n° 4).
Dal 2009 collaboro anche alla progettazione e gestione di EXPO SCUOLA (Salone della Scuola del Veneto) nel suo complesso e con specifica funzione di consulente per il sito internet e per il salone virtuale di prossima apertura.

Nell’Altovicentino (Comuni di Schio e Santorso) partecipo allo sviluppo di un Distretto Formante, comunità territoriale e virtuale insieme, fortemente connotata da innovazione tecnologica e necessità di formazione, che persegue la qualità dei prodotti, dei servizi e dell’ambiente in una dimensione di sviluppo sostenibile, individuando nelle imprese luoghi di “apprendimento sociale” e nella “progettazione partecipata” il principale strumento decisionale.Ho collaborato, tra l'altro, alla realizzazione della Piazza Telematica di Schio (Piazzatech), attiva nel promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita sociale attraverso l'uso delle tecnologie, la riflessione sulle tematiche del virtuale, la diffusione della cultura dell'Open Source. Piazzatech, in particolare sviluppa, in accordo con le scuole (stage), momenti di incontro tra nuove e vecchie generazioni in una dimensione di scambio di conoscenze e competenze, realizzando forme di socializzazione e radicamento nella città e nei nuovi territori del Web 2.0.
Sono poi in contatto professionale con analoghe esperienze nate in Friuli e con l’Associazione Nuovi Abitanti.

Sono anche membro del Comitato Scientifico della rete di scuole che ha per capofila il Liceo Giorgione di Castelfranco Veneto (TV), nata a seguito della sperimentazione internazionale di EPICT, Patente Pedagogica Europea per le TIC.